Come preparare albonde in salsa di coda di toeo

Cocina Abierta – Coda in salsa con patate e peperoni

Ma c’è vita oltre lo stufato tradizionale!    Sì, sì… e succede con quasi tutte le ricette che si possono immaginare: possiamo trasformarle in qualcos’altro e ci sembra di mangiare qualcosa di veramente nuovo.

La chiave è un buon pane di mollete, o pane di vetro, o semplicemente una brioche e poi la gioia della maionese al chipotle (che non è necessario incorporare quella piccantezza, ma è vero che il chipotle dà un tocco affumicato che aiuta) e le erbe che piacciono a tutti. Oltre al coriandolo, vi consiglio di provare il basilico e la menta.

Disossare molto bene lo stufato di coda di bue, meglio e più facilmente se è caldo, separando le ossa da un lato, la carne dall’altro e dall’altro lato la salsa con le verdure se non era già schiacciata. Schiacciare molto bene la salsa per renderla setosa e mescolarla con la carne tagliata e disossata, scartare le ossa, condire con sale e pepe nero e mettere da parte.

Montare la maionese con l’uovo, l’olio, il succo di limone e il sale con un frullatore a mano. Il trucco è quello di muovere il mixer molto poco a poco, lasciandolo fisso sul fondo fino a quando si emulsiona bene e poi aumentarlo gradualmente.

Coda di bue al vino rosso

La coda di bue, coda di bue o coda di vitello è un prodotto di carne squisito, ideale per lo stufato, dato il suo contenuto di collagene. Una volta cotta, la carne di coda di vitello è una carne tenera e saporita. Anche se la maggior parte delle volte viene cucinata in una pentola veloce perché richiede un lungo tempo di cottura, oggi vogliamo dirvi come fare la coda di bue in umido in modo tradizionale con la ricetta della Confraternita Gastronomica della Coda di Bue di Cordova.

Con questa ricetta, rendiamo omaggio alla cucina tradizionale, agli stufati e alle casseruole che ci piacciono tanto, al cibo che si tramanda di generazione in generazione, offrendo sapori tradizionali. Inoltre, la coda di bue è un piatto che tutti amano e che può essere utilizzato in molte ricette, poiché la carne della coda di bue, una volta separata dall’osso, è molto versatile, essendo ideale per crocchette, polpette, torte o hamburger, per fare solo alcuni esempi.

Come per quasi tutti gli stufati, è preferibile preparare la coda di bue alla cordovana il giorno prima di consumarla, perché i sapori si depositano ed è più ricca e untuosa. Per fare questo, iniziate a pulire e lucidare le code di bue, rimuovendo il grasso e le zone più dure.

FAGIOLI CON POLPETTE DI CODA DI BUE

Abbassare un po’ il fuoco e aggiungere gli scalogni e le carote. Soffriggere fino a un bel colore, aggiungere la coda di bue nella padella e mescolare per combinare gli scalogni, le carote e la carne.

Schiacciare le patate, assicurandosi che non ci siano grumi. Pesare 300 g di patate (una parte del peso delle patate si sarà persa durante la cottura), mescolare tutti gli ingredienti per la palla di pasta in una ciotola e impastare leggermente fino ad ottenere un impasto liscio.

Dopo 3 ½ – 4 ore togliere lo stufato dal forno e controllare la carne. Dovrebbe cadere dall’osso. In caso contrario, rimettete la casseruola nel forno e controllate di nuovo tra 30 minuti. Quando la carne è pronta, usare una schiumarola per rimuovere la carne, metterla su un piatto e lasciarla riposare fino a quando non è abbastanza fredda da poterla maneggiare. Condire il brodo con sale e pepe.

Coda di bue in salsa

Per preparare la migliore coda di bue, come sempre, la selezione del prodotto è molto importante. La coda di bue, di solito proveniente da mucche (nonostante il suo nome), non è costosa, a meno che non sia di buoi o tori da combattimento, entrambi praticamente inesistenti sul mercato. Dovresti comprarlo da una macelleria rinomata, sempre fresco, non congelato, non vuoi essere preso per il culo!

Il trucco: marinare la carne con vino e verdure la rende molto più tenera e dal colore dorato. Se non riuscite a trovare la coda di bue, potete cucinarla con qualsiasi carne rossa e il risultato sarà simile.

Per coloro che hanno allergie: la farina, con glutine, potrebbe essere sostituita da farina senza glutine o farina di ceci, o anche omessa nella sigillatura della carne, poiché è molto pastosa e gelatinosa, e avendo così tanto tempo di cottura si addensa la salsa.

Entradas relacionadas

Esta web utiliza cookies propias para su correcto funcionamiento. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad